In evidenza

Liquidazione arretrati interessi indennizzo legge 210/92

In evidenza0 comments

Molti clienti titolari di indennizzo legge 210/92 hanno comunicato che stanno ricevendo in questi giorni preavviso di accredito della rivalutazione Istat per somme inferiori a quelle spettanti sulla base dei processi definiti o in corso.   Si prega quindi di comunicare tempestivamente allo studio l’entità della somma ricevuta in modo da confrontarla con quella effettivamente spettante e procedere per il recupero della differenza a favore del Cliente.

Comunicazione importante per i Clienti

In evidenza0 comments

A seguito delle sentenze della Corte Costituzionale e della Corte Europea per i diritti dell’uomo che hanno affermato il diritto di tutti i percettori di indennizzo ex L. 210/92 ad ottenere la rivalutazione Istat dell’indennità integrativa speciale (che è una quota dell’indennizzo) a partire dalla domanda, cui sono seguiti (per quanto riguarda questo stuidio ma iniziative analoghe sono partite da parte di Colleghi di tutta Italia), prima ricorsi al giudice del lavoro (molti conclusisi con sentenza favorevole, altri ancora in corso) e giudizi amministrativi di ottemperanza, volti al rispettoi delle sentenze vittoriose, segnalo che il Ministero della Salute starebbe liquidando
Continua a leggere…

Sentenza Strasburgo

In evidenza0 comments

I cittadini italiani, e tra loro quasi duemila siciliani, infettati da trasfusioni di sangue o da prodotti da questo derivati hanno vinto la loro battaglia a Strasburgo. La Corte europea dei diritti umani con sentenza M.C. ed altri contro Italia del 3 settembre 2013 resa nota oggi ha stabilito che lo Stato deve versare a tutti gli infettati l’indennità integrativa speciale prevista dalla legge 210/1992. Si tratta di una somma che dovrà essere versata a tutti gli interessati circa 80.000,00 in tutta italia piu di duemila solo in Sicilia. Lo Stato italiano ha sei mesi di tempo per adeguarsi. “Temiamo
Continua a leggere…

Riunione danneggiati da Thalidomide

In evidenza0 comments

Talidomide, esclusi da indennizzo preparano battaglia legale Riunione nazionale oggi a Roma con pool di avvocati (ANSA)   ROMA, 23 APR – Prima riunione nazionale a Roma dei cittadini italiani vittime della cosiddetta sindrome da talidomide. Si tratta di decine di figlie e figli di donne che tra gli anni ’50 e ’60 – e in alcuni casi fino ai primi anni ’70 – hanno assunto in gravidanza un farmaco tedesco distribuito in Italia con il nome commerciale di ”Contergan” contenente la molecola di thalidomide che ha causato gravissime deformita’ ai neonati, come mancanza totale o parziale di uno o
Continua a leggere…