Salta al contenuto principale

Avv. Ermanno Zancla

L'Avvocato Ermanno Zancla è nato a Palermo il 19 novembre 1966.

Dopo aver conseguito la Maturità Classica presso il Liceo Classico "Umberto I" di Palermo si è iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Palermo dove ha conseguito la laurea nel 1990, discutendo una tesi diritto tributario, relatore il Prof. Avv. Salvatore Sammartino.

Nel dicembre del 1992 si è classificato terzo all'esame di ammissione alla "Scuola di perfezionamento in discipline giuridiche S. Alfonso de' Liguori" diretta dal prof. Giovanni Fiandaca della quale ha frequentato il biennio 1992/1994.

Dal 1994 collabora alle riviste giuridiche "Il Foro italiano" e "Quaderni Alfonsiani" per le quali ha pubblicato numerosi articoli, note e redazionali. Nell'anno 1998 ha collaborato alla pubblicazione della monografia "I reati fallimentari" a firma del Prof. Avv. Pompeo Mangano. Sta completando il terzo capitolo della monografia "Principio di offensività e tecniche di anticipazione della tutela penale".

Negli anni 1998 e 1999 ha tenuto presso la "Scuola di Specializzazione Istituzioni e Tecniche di Tutela dei Diritti Umani" dell'Università degli Studi di Palermo due seminari su "La pena nel sistema costituzionale italiano e comparato" e "La condizione giuridica dello straniero".

Nel giugno 2000 ha partecipato in qualità di relatore al convegno "La disciplina premiale sui collaboratori di giustizia tra tecniche di anticipazione penale ed esigenze investigative" tenutosi presso la sede della Provincia Regionale di Palermo. Nel maggio 2002 ha partecipato in qualità di relatore al Convegno di presentazione della proposta di legge L.A-.V. sull'art. 727 del codice penale presso la Sala del refettorio della Camera dei Deputati in Roma.

Nel marzo 2006 ha partecipato in qualità di relatore all'incontro di studi organizzato dal Consiglio Superiore della Magistratura, Ottava Commissione, Commissione distrettuale per la formazione professionale della Magistratura onoraria sul tema "La mediazione nel processo penale: un'alternativa alla risposta punitiva".

Nel settembre 2006 ha partecipato in qualità di relatore al Convegno tenutosi presso l'Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Palermo sul tema "Il risarcimento dei danni da trasfusione e somministrazione di sangue ed emoderivati infetti".

Dal 2002 al 2006 ha rivestito la carica di coordinatore nazionale dei legali della Lega Anti Vivisezione nella cui qualità ha redatto, insieme al vicepresidente del WWF dott. Santoloci una proposta di legge di modifica dell'art. 727 c.p.

Nell'anno 2007 è stato docente di diritto penale del master post lauream di Criminologia presso l'Università degli Studi di Messina.

Dopo un periodo di pratica forense presso un prestigioso studio penalistico palermitano è avvocato dal 1997.

Nel 2001 ha fondato lo studio legale Zancla

E' coordinatore dell'Unione forense per i diritti umani sezione Sicilia e membro Coordinamento nazionale legali sangue infetto

Sito realizzato da Clientiinpiù

Inserisci un indirizzo email valido per l'iscrizione
Tieniti informato - iscriviti alla nostra newsletter.
  • Visite totali: 17996
  • Visitatori unici: 1896